Resistenze in Movimento

Appello per la costruzione e partecipazione a flash mob auto-organizzati contro le sentinelle in piedi.

Sabato 7 marzo a Trento: riprendiamoci la città contro tutti i fascismi!
Ritrovo h. 15 davanti a Sociologia.

Sabato 7 marzo 2015 ritornano nella nostra città le cosiddette “SENTINELLE IN PIEDI a vegliare ritte silenti e ferme” per ciò che chiamano “libertà d’espressione e tutela della famiglia naturale”. Di fatto esprimono un pensiero di chiara matrice fondamentalista, ancor più pericoloso perché espresso in forma subdola e con linguaggi “moderati” e forme accattivanti.

Riteniamo fondamentale SMASCHERARE l’integralismo religioso antiabortista, sessista e omo-transfobico che questi gruppi di finti agnellini portano avanti attraverso il connubio ideologico mussoliniano del dio-patria-famiglia. Ricordiamo che tra le loro file c’è anche il futuro candidato sindaco di Trento di centro-destra Claudio Cia, famoso per le sue composte esternazioni omofobe, sessiste e violente; ancora più noto per la proposta di ordine del giorno al Comune di Trento che proponeva di arrivare a togliere i bambini e le bambine ai genitori omosessuali.

Vogliamo un’immagine della nostra città e dell’Italia ben diversa, APERTA, DIROMPENTE E GIOIOSA. Vogliamo il diritto ad una piena cittadinanza per tutte e tutti, vogliamo autodeterminarci senza che nessuno/a ci dica che non siamo naturali, accettabili, presentabili, che non possiamo scegliere quando avere una famiglia o con chi averla, vogliamo rimuovere i germi della xenofobia che rischiano di affermarsi se rimaniamo ferme/i immobili.
Sabato 7 marzo ci sarà un’ALTRA CITTA’ per le strade, non ferma e in silenzio, ma parlante e in movimento, una città che sfilerà orgogliosa per rivendicare un’altra forma di cittadinanza fatta di molteplicità culturali, sociali e identitarie che si oppone a tutti i fascismi del terzo millennio con la costruzione di ALTRI IMMAGINARI.
Siamo la base sociale che compone le realtà associative, sindacali, partitiche, il mondo della scuola, la società che quotidianamente vive e costruisce una città aperta e plurale, attraverso le proprie passioni, il proprio lavoro, i propri modi di amare e di desiderare. Siamo un intreccio di ANTIFASCISMI che si incontra in assemblee pubbliche per opporci agli episodi di violenza squadrista di matrice neofascista che hanno caratterizzato la nostra città negli ultimi tempi e, allo stesso tempo per dare linfa vitale a Trento, intendendola come un territorio di sperimentazione, aperto e solidale.

Invitiamo tutte le singolarità, le associazioni, il mondo femminista, il mondo LGBTQI e l’universo antifascista ad aderire, a partecipare e a costruire con noi la giornata e i flash mob, intesi come momenti gioiosi in grado di colorare la città, aprendo nuovi spazi di resistenza e cambiamento.

Diritti, uguaglianza e autodeterminazione per tutt*. Contro le veglie della paura, contro omo-transfobia, contro sessismo e razzismo, contro tutti i fascismi e la loro violenza.

Sabato 7 marzo in via Verdi, davanti a Sociologia ore 15.00

Rete trentina contro i fascismi